COMUNIONE E CONDOMINIO - Cass. civ. Sez. II, 19-01-2018, n. 1344

In tema di condominio, al pari del condominio negli edifici, regolato dagli artt. 1117 e segg. c.c., anche il c.d. "supercondominio" viene in essere "ipso iure et facto", se il titolo non dispone altrimenti, senza bisogno di apposite manifestazioni di volontà o altre esternazioni e tanto meno di approvazioni assembleari, sol che singoli edifici, costituiti in altrettanti condomini, abbiano in comune talune cose, impianti e servizi legati, attraverso la relazione di accessorio e principale, con gli edifici...

APPALTO PRIVATO - CONTRATTI - Trib. Milano Sez. VII, Sentenza 19-01-2018

In materia di appalto ai fini dell'operatività della responsabilità prevista dall'art. 1669 c.c., riveste la qualità di costruttore- venditore la cooperativa edilizia che ha assegnato ai soci prenotatari unità immobiliari di un complesso condominiale, realizzandosi, in tal caso, un trasferimento della proprietà a titolo oneroso, nonostante l'equivalenza del corrispettivo al prezzo della costruzione e l'assenza di profitto della...

LICENZIAMENTO PER GIUSTA CAUSA - Cass. civ. Sez. lavoro, 18-01-2018, n. 1173

In tema di licenziamento per giusta causa, la condotta del lavoratore, che, in ottemperanza delle prescrizioni del medico curante, si sia allontanato dalla propria abitazione e abbia ripreso a compiere attività della vita privata, la cui gravosità non è comparabile a quella di una attività lavorativa piena, senza svolgere una ulteriore attività lavorativa, non è idonea a configurare un inadempimento ai danni dell'interesse del datore di lavoro. L'espletamento di altra attività, lavorativa ed extralavorativa, da parte del lavoratore...

COMUNIONE E CONDOMINIO - Cass. civ. Sez. VI - 2 Ordinanza, 18-01-2018, n. 1235

Ai fini della tutela prevista dall'art. 1120 c.c. in materia di divieto di innovazioni sulle parti comuni dell'edificio condominiale, non occorre che il fabbricato, il cui decoro architettonico sia stato alterato dall'innovazione, abbia un particolare pregio artistico, né rileva che tale decoro sia stato già gravemente ed evidentemente compromesso da precedenti interventi sull'immobile, ma è sufficiente che vengano alterate, in modo visibile e significativo, la particolare struttura e la complessiva armonia che conferiscono al...

FORZE ARMATE - SANZIONI DISCIPLINARI - Cons. Stato Sez. IV, 18-01-2018, n. 307

E' legittima la sanzione disciplinare della perdita del grado per rimozione adottata nei confronti di un finanziere trovato in possesso di una modesta quantità di cannabinoidi ("marijuana e hashish") e che, sottoposto all'esame tossicologico, sia risultato positivo al THC...

VALORI MOBILIARI - CONTRATTI - Cass. civ. Sez. Unite, 16-01-2018, n. 898

Con sentenza n. 898/2018 le Sezioni Unite civili hanno dato risposta negativa al quesito, sollevato dalla Prima Sezione con ordinanza n. 10447/2017: "se il requisito della forma scritta del contratto di investimento esiga, oltre alla sottoscrizione dell'investitore, anche la sottoscrizione ad substantiam...

SEPARAZIONE DEI CONIUGI - Cass. civ. Sez. I Ordinanza, 15-01-2018, n. 769

Le dichiarazioni dei redditi dell'obbligato hanno una funzione tipicamente fiscale, sicché nelle controversie relative a rapporti estranei al sistema tributario (nella specie, concernenti l'attribuzione o la quantificazione dell'assegno di mantenimento) non hanno valore vincolante per il giudice, il quale, nella sua valutazione discrezionale, può fondare il suo convincimento su altre risultanze...

MATRIMONIO E DIVORZIO - Cass. civ. Sez. I Ordinanza, 15-01-2018, n. 772

Il terzo successivo acquirente dell'immobile, già adibito a casa familiare prima della separazione, assegnato al coniuge affidatario della prole, all'epoca minorenne, con provvedimento giudiziale, immediatamente trascritto nei pubblici registri, confermato in sede di sentenze di separazione personale e di cessazione degli effetti civili del matrimonio, non può opporre, a sostegno della domanda di condanna al rilascio, il solo decesso dell'ex coniuge divorziato dante causa. Invero, il diritto di abitazione non può dirsi venuto meno per effetto della morte...

OPERE PUBBLICHE - Cons. Stato Sez. V, 15-01-2018, n. 187

Nelle gare pubbliche, allorquando un'impresa intenda avvalersi dei requisiti finanziari di un'altra (c.d. avvalimento di garanzia), la prestazione oggetto specifico dell'obbligazione è costituita, non già dalla messa a disposizione da parte dell'impresa ausiliaria di strutture organizzative e mezzi materiali, ma dal suo impegno a garantire, con le proprie complessive risorse economiche, l'impresa...

EDILIZIA E URBANISTICA - T.A.R. Campania Napoli Sez. VIII, 15-01-2018, n. 254

Gli interventi consistenti nell'installazione di tettoie o di altre strutture che siano comunque apposte a parti di preesistenti edifici come strutture accessorie di protezione o di riparo di spazi liberi (cioè non compresi entro coperture volumetriche previste in un progetto assentito) possono ritenersi sottratti al regime del permesso di costruire soltanto quando la loro conformazione e le loro ridotte dimensioni rendano evidente e riconoscibile la loro finalità di arredo o di riparo e protezione (anche da agenti atmosferici) dell'immobile cui...

INDEBITO - Cass. civ. Sez. II, 15-01-2018, n. 715

Poiché l'azione accordata della legge per ottenere la restituzione di quanto prestato in esecuzione del contratto è quella di ripetizione di indebito oggettivo, in ogni caso in cui venga acclarata la mancanza di una causa adquirendi – tanto nel caso di nullità, annullamento, risoluzione o rescissione di un contratto, quanto in quello di qualsiasi altra causa che faccia venir meno il vincolo originariamente esistente - non viola il principio della corrispondenza tra chiesto e pronunciato l'accoglimento delle richieste restitutorie in conseguenza del...

MATRIMONIO E DIVORZIO - Cass. civ. Sez. I Ordinanza, 15-01-2018, n. 772

Il terzo successivo acquirente dell'immobile, già adibito a casa familiare prima della separazione, assegnato al coniuge affidatario della prole, all'epoca minorenne, con provvedimento giudiziale, immediatamente trascritto nei pubblici registri, confermato in sede di sentenze di separazione personale e di cessazione degli effetti civili del matrimonio, non può opporre, a sostegno della domanda di condanna al rilascio, il solo decesso dell'ex coniuge divorziato dante causa. Invero, il diritto di abitazione non può dirsi venuto meno per effetto della morte...

TRASPORTO - Cass. civ. Sez. VI - 3 Ordinanza, 12-01-2018, n. 702

Il mittente che domandi al vettore il risarcimento del danno patito in conseguenza della perdita della merce trasportata, ha il solo onere di provare la perdita del carico ed il valore di esso, ma non anche di aver indennizzato il destinatario della merce per il mancato arrivo di questa a destinazione. Spetta, invece, al vettore, quale onerato della prova del fatto impeditivo della pretesa attorea, dimostrare che il mittente aveva già percepito dal destinatario il prezzo della merce poi andata perduta e che il destinatario non gliene ha chiesto la...

IMPOSTE E TASSE - Cass. civ. Sez. V, 11-01-2018, n. 439

In caso di "differenze inventariali", ovvero differenze registrabili tra le quantità di merci giacenti in magazzino e quelle desumibili dalle scritture di carico e scarico, operano le presunzioni di cessione e di acquisto dei beni in evasione di imposta, di cui all'art. 4 del D.P.R. 10 novembre 1997, n. 441, annoverabili tra le presunzioni legali cosiddette "miste", che consentono, entro i limiti di oggetto e di mezzi di prova stabiliti a fini antielusivi, la dimostrazione contraria da parte del contribuente, il quale sarà tenuto a...

IMPOSTA DI REGISTRO - Cass. civ. Sez. V Ordinanza, 11-01-2018, n. 475

In tema di imposta di registro, l'art. 50 del D.P.R. 26 aprile 1986, n. 131, ha trasposto nell'ordinamento italiano l'art. 5 della Direttiva 17 luglio 1969, n. 335/69/CEE, secondo cui "l'imposta è liquidata sul valore reale dei beni di qualsiasi natura conferiti o da conferire dai soci, previa deduzione delle obbligazioni assunte e degli oneri sopportati dalla società a causa di ciascun conferimento". Il riferimento alla "causa di ciascun conferimento" non consente di interpretare la norma interna nel senso di...